RISARCIMENTO DANNI DA RESPONSABILITÀ SANITARIA

risarcimento danni da responsabilità sanitaria

La responsabilità medica è la responsabilità professionale di chi esercita un’attività sanitaria per i danni derivati al paziente da errori, omissioni o in violazione degli obblighi inerenti all’attività stessa.

  1. Nozione

Si ha responsabilità medica quando sussiste un nesso causale tra la lesione alla salute psicofisica del paziente e la condotta dell’operatore sanitario in concomitanza o meno con le inefficienze e carenze di una struttura sanitaria.

  1. Gli elementi della responsabilità medica in via generale

Prima di trattare i vari profili, oggetto delle recenti riforme in materia, una prima evocazione del concetto di “malpractice” è opportuna per accogliere in via generale gli elementi che concorrono a determinare una non corretta pratica sanitaria con i suoi possibili effetti; risulta quindi evidente nella responsabilità medica, forse più che per ogni altra professione intellettuale, l’incidenza della colpa e del nesso causale tra la condotta posta in essere e l’evento dannoso.

  1. Cenni sulla nuova legge sulla responsabilità sanitaria: la riforma Gelli-Bianco

Il 1° aprile 2017 è entrata in vigore la legge 8 marzo 2017, n. 24, recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie” che disciplina fondamentali aspetti del ruolo e delle funzioni del medico, principalmente con l’intento di prevenire il rischio clinico, ridurre il contenzioso sulla responsabilità medica, arginare la fuga delle assicurazioni dal settore sanitario e contenere gli ingenti costi della cosiddetta medicina difensiva.4

Il testo sopra è un estratto di una pagina da altalex.com, nello specifico la versione integrale è reperibile a questo link

Sezione del sito in fase di realizzazione